Cerca
  • Onlus Re Biscottino

Lettera da parte del gruppo GECO, "I Menestrelli della corte"

Con questa bellissima lettera da parte del gruppo GECO, noi dell'Associazione Re Biscottino, siamo orgogliosi di comunicare la nascita di una nuova collaborazione.

Con l'auspicio che questa porti tanti sorrisi, gioia ed allegria a chi ne ha più bisogno!


 

PRESENTAZIONE:

Il termine MENESTRELLO o GIULLARE designa tutti quegli artisti che, tra la fine della tarda

antichità e l'avvento dell'età moderna, si esibivano davanti ad un pubblico: attori, mimi, musicisti,

addestratori di animali, ballerini, acrobati, giocolieri ecc.. Essi erano persone che dovevano essere

in grado di far divertire la corte e soprattutto il re con forme artistiche diverse. In poche parole un

individuo “multiplo”. Nel Duecento e nel Trecento, divennero il maggior elemento di unione tra la

letteratura colta e quella popolare. Erano considerati i primi veri professionisti delle lettere perché

vivevano della loro arte ed ebbero una funzione molto importante nella diffusione di notizie, idee,

forme di spettacolo e di intrattenimento vario.

I menestrelli svolgevano la loro attività in diversi modi e utilizzavano le tecniche più disparate,

dalla parola alla musica alla mimica e si applicavano in generi letterari e temi diversi. Uno dei

maggiori artisti italiani moderni definito proprio come “Giullare Italiano” fu Dario Fo che il 9

ottobre 1997 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura e venne proprio definito come un

artista che seguiva la tradizione dei giullari medievali.

Nell’accezione moderna il termine menestrello o meglio ancora il termine giullare viene purtroppo

utilizzato spesso per definire una persona sciocca, un buffone, un pagliaccio senza tener conto

dell’importanza che nella storia hanno avuto, di che persone colte e fenomenali fossero ma

soprattutto che capacità e che enormi dote artistiche avessero. Unico loro scopo, oltre naturalmente

al guadagnarsi da vivere, quello di far divertire le persone, portare un po’ di gioia, un po’ di allegria

in tempi dove regnavano le guerre, la carestia, la povertà, i problemi, anni spesso bui, tristi per tutte

le varie vicissitudini.


I MENESTRELLI DELLA CORTE

Proprio come il termine “giullare” anche il termine “disabile“, “handicappato” viene purtroppo

utilizzato come un’offesa senza pensare che dietro a quel termine invece ci sono persone con delle

disabilità che hanno un cuore enorme, delle abilità nascoste e a volte fuori dal comune, una spiccata

sensibilità, un altruismo non comune ai “normodotati”, delle PERSONE VERE e IDENTICHE a

chi si definisce “normale”.

Con il progetto “I MENESTRELLI DELLA CORTE” quindi, vogliamo un po’ immedesimarci nei

giullari medievali, combattere al loro fianco per far capire alle persone il VALORE che dietro a

quegli artisti e a tutte le persone con disabilità esiste.

Come loro quindi, con le nostre capacità, con le nostre doti, con la nostra personalità, con umiltà e

con il nostro altruismo, vogliamo portare gioia, allegria, serenità e amore agli altri, magari, a chi sta

passando un brutto periodo, un momento difficile della propria vita. Per questo motivo abbiamo

pensato di unirci alla CORTE di RE BISCOTTINO che già da anni fa tutto questo anche attraverso

rappresentazioni teatrali all’interno di case di riposo, feste per bambini, scuole, asili ecc...

Perché però non farlo con una compagnia teatrale vera o con dei maestri di teatro professionisti e

cominciare quindi un percorso di teatro “serio” e “professionale” ? Semplice !!! Non ci interessa

diventare degli attori professionisti, sentire sulle nostre spalle la pesantezza di prove, spettacoli,

sacrifici enormi, una professione impegnativa. Tutt’altro !!! Vogliamo divertirci, stare insieme agli

amici e da amici, ma soprattutto perché vogliamo utilizzare ogni volta forme artistiche e di

intrattenimento diverse con l’altruismo sempre di fondo. Perché proprio dietro l’Associazione Re

Biscottino c’è di fondo l’altruismo, il volontariato, il fare qualcosa per gli altri e a beneficio degli

altri, tutto quanto fatto con allegria, divertendosi proprio come il nostro Gruppo GECO lavora per

raggiungere i vari obiettivi.


IN BREVE IN COSA CONSISTE:

Il progetto consiste nell’eseguire insieme ai volontari dell’Associazione Re Biscottino,

rappresentazioni teatrali da portare in giro nel territorio novarese con lo scopo di portare gioia,

allegria, divertimento e momenti di leggerezza e spensieratezza in quegli ambiti in cui potrebbe

portare dei benefici come in case di riposo, strutture per anziani, feste per bambini ecc...

Tutto quanto, naturalmente, come già indicato nella presentazione iniziale, verrà fatto in allegria,

facendo soprattutto divertire i nostri ragazzi ma soprattutto in amicizia, condividendo prove e

spettacoli con persone molto attente ai loro bisogni e che si rapportano con essi in maniera molto

amicale. Importanza principale quindi verrà dato al percorso di realizzazione, ai momenti

antecedenti e seguenti le prove e gli spettacoli e non tanto al prodotto finale che sarà comunque

adatto alle capacità dei ragazzi e dei volontari partecipanti.


I MENESTRELLI DELLA CORTE

Per quest’anno, ci inseriremo all’interno di uno spettacolo già organizzato e già messo in scena

dall’Associazione Re Biscottino (Peter Pan) in modo da poter misurarne la fattibilità e il grado di

apprezzamento dei nostri ragazzi senza esporli in maniera inadeguata o azzardata.

Successivamente a partire da gennaio / febbraio, se la prova sarà risultata proficua, potremo

inserirci in maniera più completa nel nuovo spettacolo che verrà preparato per il nuovo anno.

Questo progetto, oltre che come divertimento per i nostri ragazzi, sarà un percorso importante di

integrazione, di collaborazione e di sensibilizzazione dei cittadini Novaresi. Porterà in campo in

prima persona l’associazione Anffas di Novara e i ragazzi stessi che attraverso la loro sensibilità, la

loro allegria e le loro abilità gli darà la possibilità di partecipare ad un importante esperienza di

altruismo e di volontariato, a beneficio degli altri. Sarà sicuramente un ottimo percorso di crescita

sia in abilità ma soprattutto interiore.

VOLONTARI COINVOLTI:

Re Biscottino,

Regina Cunetta,

Volontari dell’Associazione Re Biscottino,

Volontari Gruppo GECO.

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Associazione Re Biscottino Onlusin vena di fare festa. 𝟭𝟱𝟬° 𝗱𝗶 #𝗥𝗲𝗕𝗶𝘀𝗰𝗼𝘁𝘁𝗶𝗻𝗼… 𝗶𝗹 𝗱𝗶𝘃𝗲𝗿𝘁𝗶𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗲̀ 𝗿𝗶𝗺𝗮𝗻𝗱𝗮𝘁𝗼 𝗮𝗹 𝟵 𝗹𝘂𝗴𝗹𝗶𝗼! 𝗚𝘂𝗮𝗿𝗱𝗮 𝗹’𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝘃�