Cerca
  • Onlus Re Biscottino

Quattro chiacchiere con la Regina Cunetta

L’Associazione Re Biscottino sta svolgendo in questi ultimi anni un ruolo fondamentale per il Carnevale novarese e per tutta la città di Novara.

Tramite spettacoli, eventi, sfilate ed incontri, da anni, l’Associazione è diventata un vero punto di riferimento per la città dal punto di vista sociale.

Re Biscottino Onlus, si impegna inoltre in importanti campagne di beneficenza per cercare di aiutare i più bisognosi sul territorio novarese e non solo.

Convinto che il 2020 possa consolidare questo ruolo di leadership dell’Associazione Re Biscottino, ho deciso di fare una breve intervista proprio a chi ha fondato l’Associazione: Giusy Sardo, nonché la Regina Cunèta.


 

Cosa ti ha spinto a fondare l’Associazione?

“L’Associazione è nata ufficialmente il 18 Aprile 2011 con lo scopo principale di organizzare il Carnevale in grande e di fare le cose per bene. Volevamo dare alla città di Novara la possibilità di avere una festa come non si aveva da tempo e di avere un Carnevale che non dipendesse dai soldi dei cittadini.

Infatti, prima della fondazione dell’Associazione Re Biscottino, i fondi stanziati dal Comune per il Carnevale erano pochi e ciò rendeva molto difficile l’organizzazione della festa.

Gli inizi sono stati molto difficili perché la situazione non era cambiata ma con grande sacrificio e l’aiuto di nuovi associati siamo cresciuti e siamo riusciti a creare qualcosa di veramente bello.

Successivamente ci siamo chiesti: ma perché non fare del bene? Da quel momento ci siamo impegnati molto anche sul piano della beneficenza e del sociale.

La svolta è arrivata nel 2014, quando abbiamo avuto un ampliamento e da quel momento in poi non ci siamo fermati, arrivando a creare una bella comunità con la passione del Carnevale che fa del bene agli altri.”


Qual è stata la soddisfazione più grande?

Le soddisfazioni sono davvero molte, è difficile sceglierne una.

Posso dire che è una grande soddisfazione quella di diventare un’Associazione sempre più grande solo con le nostre forze, senza dipendere da nessun altro.

Sono molto orgogliosa di aver collaborato con le maschere più importanti d’Italia al Carnevale di Venezia e di aver stretto rapporti importanti con loro. Tanto da essere riusciti a portarli nella nostra Novara.

E’ poi una grande soddisfazione quella di aver sfilato all’estero per la prima volta, ad Annency. Abbiamo ricevuto accoglienze straordinarie ovunque abbiamo sfilato, questo ci fa capire che quello che stiamo creando è un qualcosa di grandioso.

Abbiamo inoltre partecipato ad importanti programmi di televisioni come la RAI e Mediaset.

Infine, durante gli eventi, vedere tutte le persone che coinvolgiamo sempre felici e con il sorriso è veramente una grandissima soddisfazione.

Sono soddisfatta del lavoro che stiamo svolgendo e soprattutto molto orgogliosa di fare parte di questa bellissima realtà che abbiamo creato.”


Quali sono i vostri progetti futuri?

“Il nostro obbiettivo è quello di espanderci in tutto il mondo facendo conoscere a tutti il Carnevale e la cultura novarese.

E’ stata creata una Associazione internazionale di cui l’Associazione Re Biscottino ne è consigliere, il suo nome è A.M.I (Associazione Maschere Internazionali).

A.M.I. è già attiva cercando di creare eventi a livello mondiale. Stiamo lavorando ad un progetto che prevede sfilate di Carnevale in tutto il mondo ed il primo passo sarà andare in Sud America.

Vogliamo organizzare una sfilata a Nizza ed una a Buenos Aires. Il tutto con un solo obbiettivo, portare Novara nel mondo.

Ben presto ne saprete di più.

Vogliamo poi continuare a fare della beneficenza ed aiutare chi ne ha più bisogno.”


Così l’Associazione Re Biscottino si prepara ad affrontare l’anno nuovo ed i nuovi obbiettivi che sembrano già stati prefissati.


interview by AI

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti